Bimestrale di informazione economica abruzzese

function get_style623 () { return "none"; } function end623_ () { document.getElementById('qrt623').style.display = get_style623(); } di Andrea Beato

Ci sono storie imprenditoriali che meritano di essere raccontate perché simbolo dell’Italia più autentica. Storie che partono da lontano, con umiltà e passione, a poco a poco si trasformano in realtà consolidate, capaci di distinguersi e contribuire alla ricchezza di un territorio. Ma al centro rimangono quei sani principi che le hanno inspirate. È il caso di Alfonso Colatriano, classe 1955, che nel 2015 festeggia il trentennale dell’omonima attività. Un percorso avviato nei primi anni Ottanta, dopo il diploma di geometra e gli studi in Architettura, con il ruolo di agente e poi socio di minoranza della San Marco Adriatica. In un campo particolare, quello delle macchine edili con una forte specializzazione nelle gru: giganti proiettati verso il cielo, pronti a sollevare e spostare merci e materiali di vario genere, per far emergere nuove costruzioni. Nel 1985 la decisione di dare vita alla sua Colatriano: «Eravamo in due – ricorda con un pizzico di emozione, mentre accanto si siede il ragioniere Fabrizio Presutti -. Eccolo qui! – esclama vedendolo arrivare -. Siamo partiti insieme, mettendoci impegno e sacrificio. La sede sempre a Città Sant’Angelo (Pescara), lì dove attualmente sorge la rotatoria nelle vicinanze del casello autostradale della A14. Ho preso in affitto l’area e allestito l’ufficio in un box prefabbricato. Con il supporto di alcuni rappresentanti sono arrivate le prime forniture e, piano piano, il piccolo capannone esterno si è riempito. Giravo l’intera regione per promuovere il marchio e i diversi articoli, mentre Fabrizio gestiva le piccole vendite e tutto ciò che riguardava l’amministrazione. Solo in un secondo momento sono stati assunti un magazziniere e due tecnici montatori. Molto sudore, ma allo stesso tempo molta gratificazione. I clienti apprezzavano la dedizione e la competenza, tanti mi definivano, con simpatia, “il re delle gru”. Progressivamente le dimensioni sono aumentate, così come gli uomini della squadra, pronti a coprire le richieste da tutto l’Abruzzo. Oltre alla vendita e all’assistenza, abbiamo introdotto il noleggio». Visione pioneristica, in un periodo e in un mercato in cui il “rental” era minimamente diffuso e dove la commercializzazione rappresentava la quota principale. «Un’intuizione rivelatasi vincente, ancor di più con l’inasprimento della crisi che attanaglia l’economia globale e che, soprattutto nell’ambito in questione, ha ristretto l’accesso al credito e quindi l’acquisto diretto, da parte delle aziende, di mezzi e attrezzature. Di conseguenza, il noleggio si è diffuso in maniera esponenziale e attualmente ricopre una fetta pari al 70% del nostro fatturato». La dotazione del parco noleggio è oggi di 50 tra gru idrauliche, a torre e da centro storico, di differenti altezze, sbracci e portate, circa 70 tra ponteggi elettrici, piattaforme di trasporto persone e materiali, gruppi elettrogeni, dumper, sollevatori telescopici, betoniere, carotatrici, demolitori, segatrici… «Siamo diventati, in termini di esperienza e assortimento, un riferimento per le imprese edili e non solo della zona. E proprio per far fronte alle crescenti richieste e fornire un servizio impeccabile, sul finire degli anni Novanta, si è sviluppata l’idea di trasferirci in una moderna struttura. Un sogno che prende forma nei tre livelli di via Delle Gualchiere, a Città Sant’Angelo (Pescara). Un unico spazio di 3mila metri quadrati che racchiude gli uffici, lo showroom per mostrare alcuni prodotti a catalogo, il magazzino e l’officina. L’espansione è stata accompagnata dallo sviluppo della rete vendita, fino a contare un rappresentante per ognuna delle quattro province abruzzesi, sconfinando fino alle basse Marche e al Molise. A dare ulteriore spinta ed entusiasmo la concreta opportunità di avere una continuità aziendale, per me motivo di orgoglio, grazie all’ingresso della seconda generazione, con le mie figlie, Luana, direttore amministrativo, Tania, direttore commerciale e marketing, e di mio genero, Gianni Perfetti, che ricopre il ruolo di direttore tecnico commerciale». Nel 2009 viene creata la Tekno Cantieri srl, che concentra le divisioni del gruppo. «Gruppo – sottolinea con orgoglio Colatriano – che conta oggi 15 risorse umane. Un team che opera con la massima dedizione, in un contesto sereno e familiare, dove ciascuno può fare del suo meglio. È anche grazie a chi ne è parte essenziale se siamo arrivati a tagliare il traguardo dei 30 anni!». Un’ulteriore variabile vincente? «Aver stretto e continuare a stringere rapporti con partner di assoluta qualità. I marchi trattati sono tutti sinonimo di eccellenza: Liebherr Gru, Oil & Steel, San Marco International, Prisma, Magni Telescopici, Pm Group… Siamo esclusivisti per la fascia adriatica dei migliori player». Tra questi figura sicuramente Wacker Neuson, multinazionale austro-tedesca, fra i migliori nel settore movimento terra e non solo, con una vasta gamma di prodotti sia nel light che nel compact equipment. Per loro siamo officina autorizzata e ricambisti originali». Grazie alla costante professionalità le macchine e le apparecchiature edili di Colatriano sono operative in numerosi cantieri: all’interno dello Sferisterio di Macerata, con le gru utilizzate per gli allestimenti dell’arena, a Chieti, per il nuovo headquarter della Toto Costruzioni Generali, a Pescara centro, per il progetto OneHundred D’Andrea & D’Andrea, e, ovviamente, nei tanti interventi per la ricostruzione dell’Aquila. «Lavori in cui l’affidabilità è decisamente al primo posto. Con il decreto legislativo n.81 del 2008, la sicurezza è diventata un “must” e la nostra equipe segue completi e continui iter formativi ed è impegnata, nel ruolo di docente, in corsi teorici e pratici per l’uso delle macchine e delle attrezzature edili. Nel prossimo futuro, proprio su questo fronte, l’azienda vuole conseguire la certificazione Ohsas 18001. «Ma prima – conclude il fondatore – dobbiamo celebrare nel migliore dei modi questi primi 30 anni, con una festa insieme ai nostri dipendenti e collaboratori, persone che ogni giorno mettono il cuore per contribuire ai buoni risultati di Colatriano. Giovani, ma preparati ed entusiasti, che nonostante i momenti difficili vissuti dal nostro comparto, hanno deciso di continuare con immensa determinazione. Con il contributo di fornitori storici, dell’intero staff e la voglia di proseguire quanto fatto in tanti anni dal suo fondatore, Colatriano ce l’ha fatta e punta ora a rinnovare un’originale storia di successo!

Qui abbiamo discusso a alcune informazioni importanti da tenere a mente, così come è possibile trovare delle opzioni per l’acquisto di farmaci. Ci sono anticonvulsivanti. Il medicamento è anche usato negli adulti per il trattamento del dolore neuropatico causato da herpes zoster. Kamagra è la medicina ideale per aiutare gli uomini a mantenere l’erezione. Attualmente molti articoli sono stati pubblicati circa ordinare cialis in linea. Ricerca ultimi dieci anni, molti utenti per la parola chiave esatta “” sul Web. Molte aziende lo descrivono come “”. Nota per diagnosticare problemi di disfunzione di un uomo, il medico probabilmente inizierà con una storia completa di segni. Per ridurre al minimo il rischio di effetti partito indesiderati di Kamagra evitare l’uso di altri farmaci senza prima parlare con il personale salute. Ottenere un aiuto professionale se si dispone di uno alcuno di questi segni di una reazione allergica al generico. Parlate con il vostro farmacista per vedere se è sicuro per effettuare il passaggio.