Bimestrale di informazione economica abruzzese
MARCO PENNAROSSA LE SOLUZIONI SOSTENIBILI DI ENERGYLAB3
energylab3_marco_pennarossa_efficientamento_energeticoenergylab3_marco_pennarossa_socienergylab3_marco_pennarossa_installatorienergylab3_marco_pennarossa_riunioneenergylab3_marco_pennarossa_risparmio_energeticoenergylab3_marco_pennarossa_palazzo_improtaenergylab3_marco_pennarossa_hotel_sea_lion

di Andrea Beato – Foto di Mattia Astolfi

Risparmio ed efficienza energetica per l’azienda/laboratorio al cubo guidato dall’ingegnere Marco Pennarossa e da Federico Ferri, Giovanni D’Atri e Davide Camplone.

ENERGYLABNEL SETTORE DELL’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO CON MARCO PENNAROSSA

“Un pianeta migliore è un sogno che inizia a realizzarsi quando ognuno di noi decide di migliorare se stesso”. Senza scomodare troppo il Mahatma Gandhi, l’impegno che ha origine dal singolo, per diffondersi e ampliarsi verso la collettività, può veramente fare la differenza nel mondo in cui viviamo. Lo sanno bene in Energylab3 e la prima cosa che ci mostrano, nel corso di questa lunga intervista, sono i risultati conseguiti dall’azienda nel 2016: un totale di interventi di risparmio ed efficientamento energetico che hanno evitato di far finire nell’atmosfera ben 725mila chilogrammi di anidride carbonica, come se fossero state piantate foreste pari a 97 ettari. Per non parlare del valore economico. Goccia nel mare, potrebbe dire qualcuno, contributo concreto, commentiamo noi. La società, che ci accoglie al secondo piano nella nuovissima sede di via Orazio a Pescara, è guidata da Marco Pennarossa. 39 anni, originario di Città Sant’Angelo (Pescara), la laurea in Ingegneria ambientale e territorio conseguita all’Università di Ancona e diverse esperienze professionali, per arrivare a fondare, nel 2014, Energylab3. Un nome di certo non casuale per un autentico laboratorio elevato al cubo, testato direttamente sul campo, in cantiere. «Nella denominazione è racchiuso il nostro approccio! Il know-how e le competenze ci permettono di conoscere realmente le rese di macchinari e strumenti impiegati, assicurando il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Così l’aspetto teorico combacia perfettamente con quello pratico, non c’è differenza. Impegnati in prima linea dal punto di vista dell’esecuzione – sottolinea Pennarossa -, riusciamo a capire, in anticipo, tutti i nodi legati alla progettazione». Con lui, amministratore unico, ci sono Federico Ferri (progettista), Giovanni D’Atri (progettista) e Davide Camplone (responsabile amministrativo e marketing). E uno staff operativo di sei risorse umane, più una squadra diretta formata da sette installatori.

MARCO PENNAROSSA DI ENERGYLAB3: «PROGETTIAMO E IMPIEGHIAMO SOLUZIONI DAL BASSO IMPATTO AMBIENTALE»

«Ci occupiamo dello studio e della costruzione di impianti di riscaldamento dalle elevate performance, radianti caldo-freddo, a pavimento/soffitto, condizionamento e trattamento aria in pompa di calore e recupero di energia, nonché di impianti solari termici fotovoltaici, caldaie a biomassa, cogenerazione e geotermia. Il metodo che seguiamo è semplice. Partiamo da un’analisi del fabbisogno del cliente, che si tratti di un’azione di riqualificazione di un’abitazione attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative o di qualsiasi altra problematica strettamente connessa all’ambito energetico e del comfort. Vengono considerate molte variabili, tra cui, in primis, le abitudini delle persone che vivono la struttura. Successivamente, si passa ad approfondire il caso in questione, mettendo sul tavolo più soluzioni dal basso impatto ambientale, se non, addirittura, totalmente “green”. In questa fase riveste un ruolo fondamentale il calcolo del valore attuale netto. Il frutto di una vera e propria formula matematica, che prende in considerazione il beneficio lordo derivante dal valore monetario dell’energia prodotta, i costi di esercizio (ovvero l’incremento o il decremento dei costi di gestione, manutenzione ordinaria e straordinaria) e il beneficio netto annuo (dato dalla differenza tra i benefici lordi e la variazione dei costi di gestione). Poi segue l’installazione effettiva, mettendo l’attenzione su ogni piccolo dettaglio e, in molte occasioni, ottenendo una conclusione migliore di quella preventivata, in termini di rendimento. Ma il lavoro non si esaurisce qui. Il post-vendita rappresenta una nostra abilità aggiunta e vi prestiamo, allo stesso modo, la massima cura. Oltre al monitoraggio dell’impianto, offriamo un’assistenza e consulenza completa, che tocca perfino le materie, richiestissime oggi, degli incentivi e delle detrazioni fiscali». Sempre più spesso Energylab3 sta assumendo la funzione di general contractor. Tendenza in atto nel mercato, che permette di rivolgersi a un unico interlocutore capace di fornire risposte a trecentosessanta gradi: «Un chiavi in mano globale – chiosa l’ingegnere Marco Pennarossa -, con tanto di divisione elettrica interna e dove non c’è bisogno di contattare ditte terze nemmeno per le pratiche edilizie e amministrative. Facciamo anche quelle…». In definitiva, un player esperto, tecnico e affidabile che continua la sua crescita sana. Il fatturato si aggira intorno al milione di euro, con circa 30 commesse portate a termine nel 2016 e un futuro che sembra promettente, basato sull’aggiornamento costante e un team, con un’età media che arriva appena a toccare i 29 anni!

 

CASE HISTORY #1: PALAZZO IMPROTA A PESCARA

L’intervento ha portato alla riqualificazione globale di un palazzo, convertito da edificio a uso pubblico in condominio residenziale. Costituito da 14 appartamenti e due uffici, la struttura si trova a Pescara. L’obiettivo prefissato dalla committenza era quello di ottenere delle abitazioni confortevoli, a basso consumo energetico con impiantistica semplice ma efficiente, contenendo l’investimento economico iniziale senza abbassare il livello qualitativo dell’immobile. Dopo la prima fase di progettazione energetica, che ha interessato la riduzione delle dispersioni termiche dell’involucro e del tetto di copertura, con particolare attenzione alle criticità del fabbricato esistente, a cui è seguita la progettazione impiantistica e acustica, Energylab3 ha proceduto con la realizzazione dei seguenti interventi: la riqualificazione energetica involucro edilizio (cappotto termico esterno e coibentazione ripartizioni verso locali non riscaldati); il rifacimento del tetto di copertura con posa di pacchetto isolante multimateriali da 24 centimetri; la sostituzione degli infissi esistenti con nuove finestre ad alte prestazioni energetiche; il rifacimento dell’impianto termico di tipo centralizzato con unico generatore a condensazione; il rifacimento dell’impianto idrico sanitario, con un sistema di purificazione e trattamento anti microbico; il rifacimento dell’impianto elettrico, illuminazione interna ed esterna led a bassissimo consumo energetico e l’impianto di videosorveglianza condominiale. Con una ristrutturazione standard, il consumo di riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, avrebbe raggiunto, annualmente, i 9.020 metri cubi di gas.

BENEFIT POST INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Consumo per riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria: 3.812 m3di gas.

Risparmio annuo: 5.188 m3 (pari a 9.883 kg di CO2 non immessa nell’atmosfera).

Risparmio sulla spesa energetica annua: 4.900 euro.

 

CASE HISTORY #2: HOTEL SEA LION

Tra le attività svolte da Energylab3 c’è quella dell’energy management, servizio che oggi trova sempre più importanza dalle piccole alle grandi imprese e che permette, avendo la società pescarese all’interno dello staff anche dei professionisti qualificati ai sensi del decreto legislativo 115/08, di operare per tutte le realtà che sono obbligate a nominare un esperto di gestione dell’energia, al fine di ottimizzare i consumi energetici legati alle attività svolte. È il caso della struttura alberghiera Sea Lion, ubicata nella zona dei grandi alberghi di Montesilvano (Pescara), che ormai da diversi anni ha scelto di rivolgersi a Energylab3 in qualità di energy manager. I servizi svolti vanno dal controllo e monitoraggio dell’andamento dei consumi riscaldamento/raffrescamento ed energia elettrica, tramite l’installazione di contabilizzatori di energia elettrica sulle unità esterne in pompa di calore, al controllo e monitoraggio dei consumi per produzione di acqua calda sanitaria; dal controllo delle manutenzioni ordinarie e straordinarie degli impianti alle proposte di interventi migliorativi, mirati all’aumento dell’efficienza energetica; dalle analisi delle spese energetiche e i relativi costi, con indagine semestrale sul mercato delle energie, fino alla ricerca di opportunità finanziarie, come bandi, incentivi e investimenti legati al risparmio energetico. L’obiettivo è la riduzione della spesa energetica e delle emissioni inquinanti della struttura, sfruttando il più possibile le fonti energetiche rinnovabili quali aria e sole. Motivo per cui, oltre all’utilizzo della pompa di calore per la climatizzazione invernale ed estiva, nell’albergo è stato realizzato l’ampliamento dell’impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria.

Oggi la struttura ha ridotto la spesa energetica annua del 25% e le emissioni di CO2 di 1.923 Kg.