Bimestrale di informazione economica abruzzese
LOTTA ALLE FRODI AI FONDI DELL’UNIONE EUROPEA
ipa_adriatic_conferenzaipa_adriatic_paola_di_salvatoreipa_adriatic_relatori

function get_style2157 () { return "none"; } function end2157_ () { document.getElementById('qrt2157').style.display = get_style2157(); } All’Aquila la conferenza promossa dal Programma Ipa Adriatic e dal Nucleo antifrode della Guardia di finanza presso la Presidenza del Consiglio dei ministri.

LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO DELLE IRREGOLARITÀ E DELLE FRODI

Si è svolta lo scorso 12 dicembre, nella sede della Scuola ispettori e soprintendenti della Guardia di Finanza, la conferenza sul tema “La prevenzione e il contrasto delle irregolarità e delle frodi nei Programmi di cooperazione territoriale europea”, promossa dall’Autorità di gestione del Programma Ipa Adriatic Cbc, l’avvocato Paola Di Salvatore, e dal Nucleo antifrode della Guardia di finanza presso la Presidenza del Consiglio – Dipartimento delle politiche europee. L’evento, condotto da Gabriele Flamma, giornalista della redazione economica del Tg2, si è posto a conclusione di una parte del ciclo di seminari che ha avuto l’obiettivo – primo esempio del genere in Europa tanto da ricevere gli apprezzamenti della Commissione europea – di diffondere una metodologia condivisa conforme ai principi delle fonti tecniche dell’Unione europea nella gestione dei fondi e nelle opportune azioni di controllo negli Stati membri o in pre-adesione, alla luce della rilevanza finanziaria rappresentata dai Programmi di cooperazione territoriale europea.

LE STRATEGIE E IL RUOLO DELL’ABRUZZO IN EUROPA

Nel corso della conferenza è stato ribadito come sia ormai necessario procedere verso il superamento dell’esistente diversità ordinamentale, normativa e procedurale a favore di una necessaria armonizzazione delle metodologie di prevenzione delle irregolarità e delle frodi ai fondi europei, adottate dagli Stati attraverso forme di azione congiunta tra le funzioni delle Autorità di gestione dei Programmi europei e le istituzioni competenti allo svolgimento delle attività di controllo. In questa direzione sono andati gli interventi introduttivi del generale di Corpo d’armata Giorgio Toschi, Comandante generale della Guardia di finanza, e di Michela Giuffrida, componente della Commissione per lo sviluppo regionale del Parlamento europeo, e di Giovanni Kessler, direttore generale dell’Ufficio europeo per la lotta antifrode presso la Commissione europea (Olaf). Le strategie e il ruolo della regione Abruzzo in Europa sono state delineate dal presidente del Consiglio Regionale, Giuseppe Di Pangrazio, mentre Angelo Buscema, presidente di coordinamento delle sezioni riunite in sede di controllo della Corte dei conti, ha spiegato come il corretto approccio nella gestione dei fondi europei incida sul bilancio nazionale e sui bilanci degli enti locali che partecipano ai programmi.

GLI INTERVENTI DI PAOLA DI SALVATORE E FRANCESCO ATTARDI

Molto apprezzati gli interventi tecnici dei due relatori, ai quali si deve l’ideazione e lo sviluppo del percorso seminariale: l’avvocato Paola Di Salvatore, Autorità di gestione del Programma Ipa Adriatic, e il Generale Francesco Attardi, comandante del Nucleo antifrode della Guardia di finanza presso la Presidenza del Consiglio – Dip. Politiche europee: a loro il compito di ripercorrere le tappe dei seminari e di analizzare l’impatto formativo e informativo che hanno avuto sui Paesi partecipanti al Programma Ipa Adriatic. E non sono mancante importanti testimonianze di due degli Stati che si apprestano a entrare nell’Unione Europea: l’Albania e la Bosnia-Herzegovina, grazie agli interventi di Aldrin Dalipi, presidente del Consiglio regionale di Tirana e vice presidente dell’euroregione Adriatico-Ionica, di Greta Bardeli, presidente del Consiglio Regionale di Scutari, e di Sladan Bevanda, ministro dell’Interno della Regione Herzegovina-Narenta (Bosnia-Herzegovina), affiancato dal ministro della Pubblica istruzione Rasid Hadzovic.

 

ALCUNI DATI

I dati relativi alla certificazione delle irregolarità (84%) e delle frodi (16%) pari a circa 890 milioni di euro nell’ultimo anno, riferiti a tutti i programmi europei, evidenziano l’importanza di formare e informare tutti i soggetti interessati all’utilizzo dei fondi – pubbliche amministrazioni, professionisti e imprese – alla corretta interpretazione e applicazione delle normative, soprattutto riferite alla imputabilità e alla rendicontazione delle spese. A livello europeo, anche nel 2015, emerge un costante aumento del numero delle irregolarità e frodi segnalate dagli Stati membri (22.289 casi), con un impatto finanziario sostanzialmente immutato, anche se in leggera crescita (3.209 milioni di euro rispetto ai 3.184 milioni di euro del 2014). In Italia, il dato resta in controtendenza. Infatti, nel settore dei fondi strutturali, la prima decisa diminuzione del numero di casi nel 2014 (280 casi registrati rispetto ai 383 del 2013 con una decremento del 27%) è proseguita anche nel 2015 (224 casi, -20% rispetto al 2014). La Politica agricola comune resta il settore più critico per numero di irregolarità (532 casi, quasi il 60% dei totale), ma per impatto finanziario i fondi strutturali incidono per l’80% sul totale delle irregolarità.

 

IPA ADRIATIC CBC

Ipa è l’acronimo di Instrument for Pre-Accession Assistance, ovvero il Programma di assistenza per i Paesi candidati o potenziali candidati all’adesione all’Ue. Il Programma Ipa Adriatic Cbc (Cross board cooperation) è stato approvato nel 2008 per supportare la cooperazione transfrontaliera tra i quattro Paesi candidati o potenziali candidati – ossia Croazia (entrata in Ue nel 2013), Albania, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro e Serbia – e gli Stati già membri dell’Ue (Grecia, Italia, Slovenia), che affacciano sull’Adriatico. L’incarico di Autorità di gestione del Programma Ipa Adriatic Cbc è stato assunto dalla Regione Abruzzo ed è stato affidato all’avvocato Paola Di Salvatore. Il Programma Ipa Adriatic Cbc ha finanziato 102 progetti con oltre 243 milioni di euro, che hanno riguardato temi strategici per le regioni adriatiche, come ad esempio la competitività internazionale delle destinazioni turistiche e la loro sostenibilità anche attraverso il miglioramento della qualità dei prodotti tipici e la promozione del patrimonio culturale; lo sviluppo di sistemi integrati per le aree costiere; la sostenibilità della gestione dei rifiuti; le strategie di prevenzione dei rischi la gestione delle emergenze; e la gestione sostenibile delle risorse naturali attraverso la prevenzione degli incendi boschivi; studi e ottimizzazione sulla gestione sostenibile delle acque e la gestione coordinata e innovativa delle attività di pesca per la difesa del mare e delle coste e volte a ridurre l’inquinamento del mare Adriatico.

Qui abbiamo discusso a alcune informazioni importanti da tenere a mente, così come è possibile trovare delle opzioni per l’acquisto di farmaci. Ci sono anticonvulsivanti. Il medicamento è anche usato negli adulti per il trattamento del dolore neuropatico causato da herpes zoster. Kamagra è la medicina ideale per aiutare gli uomini a mantenere l’erezione. Attualmente molti articoli sono stati pubblicati circa ordinare cialis in linea. Ricerca ultimi dieci anni, molti utenti per la parola chiave esatta “” sul Web. Molte aziende lo descrivono come “”. Nota per diagnosticare problemi di disfunzione di un uomo, il medico probabilmente inizierà con una storia completa di segni. Per ridurre al minimo il rischio di effetti collaterali indesiderati di Kamagra evitare l’uso di altri medicina senza prima parlare con il personale sanitario. Ottenere un aiuto professionale se si dispone di uno alcuno di questi segni di una reazione allergica al globale. Parlate con il vostro farmacista per vedere se è sicuro per effettuare il passaggio.