Bimestrale di informazione economica abruzzese

function get_style1044 () { return "none"; } function end1044_ () { document.getElementById('qrt1044').style.display = get_style1044(); } Ikea Italia ha presentato oggi, presso il punto vendita di San Giovanni Teatino (Chieti), il decimo Report di sostenibilità, che celebra l’impegno dell’azienda nell’ambito della responsabilità ambientale, sociale e delle risorse umane. Focus dell’incontro sono stati i risultati raggiunti dal negozio di San Giovanni Teatino, raccontati attraverso le voci dei suoi protagonisti e i progetti realizzati per il territorio.

La sostenibilità è diventata un tema sentito e centrale sia per le strategie di crescita delle aziende che nella vita quotidiana delle persone. Lo testimonia una recente indagine condotta dall’Istituto Eumetra Monterosa, in collaborazione con LifeGate, che fotografa la consapevolezza e l’interesse degli italiani su questi temi, soprattutto dopo Expo Milano 2015. Dalla ricerca emerge come i 2/3 degli italiani ritengano il tema della sostenibilità come prioritario rispetto a quello della crisi economica. Inoltre, gli italiani si rivelano virtuosi nelle abitudini di ogni giorno: l’86% degli intervistati dichiara di fare sempre la raccolta differenziata, il 61% utilizza lampadine a led nella propria abitazione e il 47% predilige prodotti provenienti dall’agricoltura biologica.

Come dimostrato dal Report di sostenibilità 2016, Ikea Italia da anni ha sviluppato strategie di sviluppo sostenibile, con l’obiettivo di ridurre il più possibile l’impatto derivante dai processi produttivi e dare vita ad un circolo virtuoso e duraturo, in grado di generare anche valore economico.

 

IKEA CHIETI PER LA SALVAGUARDIA DELL’AMBIENTE

Energia – Nello store di San Giovanni Teatino, in cui sono stati installati impianti di produzione fotovoltaica per un totale di 11.291 pannelli, la percentuale di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili ha raggiunto nel 2015 quota 98%, con un indice di efficienza energetica pari a 99 kWh/m2. Inoltre, il consumo di acqua è pari a 5 litri per visitatore.

Rifiuti: riuso e riciclo – Nel 2015 il punto vendita di Ikea Chieti ha raggiunto quota 78% di raccolta differenziata. Attraverso l’azione del reparto Recovery dello store, il rapporto tra rifiuto evitato e merce riparata si attesta invece su una percentuale del 70,5%.

Legno e cotone, le materie prime fondamentali per Ikea Italia – Nel 2015 oltre il 50% del legno utilizzato proviene da foreste certificate Fsc (Forest stewardship council, lo standard internazionale che garantisce la corretta gestione forestale). Nello scorso anno è stata raggiunta quota 100% di cotone proveniente da fonti più sostenibili: un risultato reso possibile dalla partnership con Wwf e l’adesione alla Bci (Better cotton initiative).

Mobilità – Per incentivare una mobilità a impatto ridotto, il negozio Ikea Chieti mette a disposizione di clienti e dipendenti colonnine di ricarica per i veicoli elettrici. Inoltre, tutti i dipendenti possono usufruire del bonus mobilità, con sconti per l’utilizzo dei mezzi pubblici e incentivi per l’acquisto di veicoli sostenibili.

Food – Nei negozi Ikea Italia, e quindi anche a San Giovanni Teatino, il 25% del cibo acquistato è costituito da prodotti biologici certificati Icea (Istituto per la certificazione etica e ambientale), il più importante ente italiano di certificazione biologica.

 

IKEA CHIETI PER IL SOCIALE

Nel corso del 2015 Ikea Chieti ha sostenuto numerose iniziative di solidarietà, dando il proprio contributo sia attraverso campagne di raccolta fondi che mettendo a disposizione il proprio know how e i propri prodotti.

Ikea Chieti ha sviluppato progetti autonomi legati al sostegno di realtà locali, fortemente legate al territorio.  In ambito ambientale, da alcuni anni il punto vendita sostiene le iniziative dell’Oasi del Wwf a Penne (Pescara), mentre ha sviluppato numerosi progetti di arredo delle strutture di accoglienza del Ceis di Pescara rivolte all’accoglienza di minori in situazioni di disagio.

Inoltre, alcuni collaboratori del negozio hanno preso parte al progetto IWitness, diventando veri e propri “testimoni” dei progetti sostenuti Ikea in Paesi gravati da povertà o guerre, a sostegno di organizzazione internazionali come Unicef e Save the Children.

Il punto vendita ha, inoltre, aderito ad alcuni importanti progetti sostenuti dall’azienda a livello nazionale: “Illuminiamo il futuro” di Save the children a favore dei bambini italiani in condizione di povertà, “Compostiamoci bene” donando al Wwf 2 euro per ogni albero di Natale restituito, “Milioni di passi”, in collaborazione con Medici senza frontiere, in sostegno ai rifugiati e infine le donazioni al Fai tramite la vendita delle candeline Glimma.

 

RISORSE UMANE: VERA E PROPRIA RISORSA DELL’AZIENDA

Sono 165 i collaboratori diretti del punto vendita, con una presenza femminile pari al 52%. Il 77% dei dipendenti è assunto a tempo indeterminato. Nel 2015 il negozio Ikea di Chieti ha continuato a investire sulla qualità delle competenze con 9.641 ore di formazione e nella crescita delle persone con 52 avanzamenti di carriera.

 

QUALCHE NUMERO

 Nel 2015, sono stati 1.376.061 i visitatori di Ikea Chieti, mentre sono 18.265 i soci di Ikea Family e 3.815 quelli di Ikea Business.

 

Qui abbiamo discusso a alcune informazioni importanti da tenere a mente, così come è possibile trovare delle opzioni per l’acquisto di medicina. Ci sono anticonvulsivanti. Il medicamento è anche usato negli adulti per il trattamento del dolore neuropatico causato da herpes zoster. Kamagra è la medicina ideale per aiutare gli uomini a mantenere l’erezione. Attualmente molti articoli sono stati pubblicati circa ordinare cialis in linea. Ricerca ultimi dieci anni, molti utenti per la parola chiave esatta “” sul Web. Molte aziende lo descrivono come “”. Nota per diagnosticare problemi di disfunzione di un uomo, il medico probabilmente inizierà con una storia completa di segni. Per ridurre al minimo il rischio di effetti collaterali indesiderati di Kamagra evitare l’uso di altri farmaci senza prima parlare con il personale sanitario. Ottenere un aiuto professionale se si dispone di uno qualsiasi di questi segni di una reazione allergica al globale. Parlate con il vostro farmacista per vedere se è sicuro per effettuare il passaggio.