COOPERAZIONE, SOSTENIBILITÀ E PERSONE AL CENTRO

dal nostro inviato a Pugnochiuso (Foggia) – Andrea Beato

Assemblea di bilancio per i soci di Conad Adriatico. Fatturato di 2.134 milioni di euro (+6,65% rispetto al 2022) e investimenti di oltre 342 milioni di euro per il quadriennio 2023-2026.

La cooperativa archivia il 2023 con un fatturato di 2.134 milioni di euro (+ 6,65% rispetto al 2022), 323,05 milioni di euro di patrimonio netto consolidato e una quota di mercato del 17,90% nei territori di competenza. Negli ultimi dieci anni, Conad Adriatico ha mantenuto un trend di sviluppo costante, con un aumento complessivo del fatturato del 131%, consolidando la sua posizione di leadership sul mercato.

RESILIENZA, LA CHIAVE PER GENERARE VALORE

Nonostante l’anno ancora connotato dalle forti spinte inflattive, Conad Adriatico ha dimostrato una grande resilienza, confermandosi come vero e proprio punto di riferimento. Con 273 soci imprenditori, 473 punti vendita e circa 8.450 collaboratori, la cooperativa ha continuato a operare con determinazione e dedizione per generare valore per i territori in cui è presente: Marche (Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Ancona città e alcuni comuni della provincia stessa), Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata. Anche nel 2023 la cooperativa si è distinta per l’impegno profuso a sostegno del potere d’acquisto dei clienti attraverso una solida politica di supporto per i prodotti a marchio, promuovendo iniziative di fidelizzazione e campagne di sensibilizzazione che incoraggiano scelte alimentari sostenibili.

CONAD ADRIATICO DALLA PARTE DEI CLIENTI. CONVENIENZA E QUALITÀ

In particolare, è stata potenziata l’iniziativa Bassi e Fissi, ampia selezione di prodotti a marchio Conad che soddisfano le esigenze quotidiane dei consumatori, continuando il processo virtuoso di potenziamento sia in termini di quantità dei prodotti sia di convenienza economica. In questo scenario, i prodotti della marca del distributore (mdd) hanno giocato un ruolo fondamentale assicurando convenienza, massima cura per la qualità, controlli lungo tutta la filiera e attenzione alla sostenibilità ambientale. Nella rete di Conad Adriatico, la crescita dell’incidenza della mdd è proseguita nei grandi punti vendita e nei negozi di prossimità, con quest’ultimi che hanno mostrato una notevole solidità rispetto ai discount, mantenendo una performance di oltre 13 punti percentuali rispetto alla media del proprio territorio. «Conad Adriatico – le parole dell’amministratore delegato Antonio Di Ferdinando – ha affrontato con determinazione le sfide di un panorama economico e sociale instabile, rimanendo fedele alla missione di creare valore e proteggere il potere d’acquisto dei clienti, supportando i soci imprenditori. Di fronte a spinte inflazionistiche, che hanno raggiunto un picco del 5,7%, e tensioni geopolitiche, che hanno complicato i mercati energetici e agroalimentari, la nostra cooperativa ha continuato a svolgere un ruolo sociale attivo, stimolando l’occupazione, sostenendo le aziende locali e promuovendo iniziative di responsabilità sociale. Con un forte impegno verso il “green”, l’innovazione e la formazione dei collaboratori.

SOSTENIBILITÀ: LA STRADA DA PERCORRERE

La sostenibilità è al centro della nostra strategia: stiamo incrementando la produzione e l’autoconsumo di energia pulita, riducendo i consumi nella logistica e nei punti vendita, prestando particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione e al futuro dei giovani. Conad Adriatico ha intrapreso un percorso significativo che porterà presto alla pubblicazione del primo bilancio di sostenibilità. La nostra leadership non è mai stata fine a sé stessa, ma un mezzo per creare valore in modo cooperativo e sostenibile». Per il quadriennio 2023-2026 Conad Adriatico ha definito un importante piano di sviluppo pari a 342 milioni di euro, con l’obiettivo di continuare ad accrescere la quota di mercato e l’efficienza della rete di vendita, promuovere progetti di digitalizzazione, innovazione e valorizzazione delle filiere locali, oltre a significativi investimenti in formazione e crescita del capitale umano, con lo sguardo sempre attento alla salvaguardia ambientale, alla valorizzazione del tessuto imprenditoriale e al benessere delle persone e delle comunità. Nel 2023 Conad Adriatico ha impiegato oltre 92 milioni di euro per sostenere lo sviluppo e l’ammodernamento della reta vendita con soluzioni tecnologicamente evolute per l’efficientamento energetico, la riduzione dei consumi e la generazione di energia pulita attraverso, ad esempio, gli impianti fotovoltaici.

RESPONSABILITÀ SOCIALE, IMPEGNO CHE CRESCE

Sempre nel 2023, la cooperativa ha intensificato l’impegno verso la comunità, destinando circa 4 milioni di euro a sostegno di iniziative di responsabilità sociale, della solidarietà a progetti dedicati alle nuove generazioni, dal contrasto alla violenza di genere allo sport inclusivo, fino al sostegno a istituti ed enti per la valorizzazione della cultura e del territorio. Il tutto con un incremento del 20,13% rispetto allo scorso anno, frutto anche del sostegno attivo alle iniziative promosse dai soci e dalla Fondazione Conad Ets.

Per leggere la versione integrale dell’articolo passa in edicola e acquista Abruzzo Magazine.