Bimestrale di informazione economica abruzzese
FAIETA MOTOR COMPANY PROTAGONISTA CON YAMAHA
Gabriele e Simona FaietaIl quartier generale di PescaraGabriele FaietaSimona Faieta

function get_style1358 () { return "none"; } function end1358_ () { document.getElementById('qrt1358').style.display = get_style1358(); }

Gabriele Faieta di Faieta Motor Company con Yamaha

di Andrea Sisti

Negli occhi di Gabriele Faieta, 44 anni, pescarese, c’è il sano orgoglio di un imprenditore che si è costruito da solo. C’è la fierezza gentile di chi ha tirato su, partendo davvero da zero, un gruppo capace di affermarsi in Abruzzo e superare i confini regionali. Tutto ciò vivendo momenti di grande espansione, ma anche lottando con la crisi che ha colpito duramente il comparto dell’automotive. Sempre però con il sorriso sulle labbra, con la passione e la voglia di fare, mettendo ai primi posti i sani valori, le risorse umane e i clienti. Anche in questa fase attuale, in cui l’azienda sta portando avanti un delicato processo di ristrutturazione, non mancano tenacia e voglia di guardare al futuro con positività, tenendo fede agli impegni presi. È una tipica storia italiana, con al centro una persona umile e, allo stesso tempo, determinata, ambiziosa.

La storia di Faieta Motor Company raccontata da Gabriele Faieta

«I primi passi – ricorda Faieta – li ho mossi nel reparto officina di una storica concessionaria nel centro di Pescara. In un fine settimana in cui il salone era chiuso e mi trovavo lì per ultimare alcuni interventi, bussarono alla porta due potenziali acquirenti. Presi la palla al balzo e, anche se non rientrava nelle mie mansioni, diedi loro tutte le informazioni necessarie, preparando i preventivi delle vetture richieste. Il lunedì il titolare si ritrovò sulla scrivania i nuovi contratti. Così, quasi per caso, è partita l’avventura nelle vendite». Una dote innata che gli permette di vivere ulteriori esperienze professionali in realtà di riferimento del territorio, in cui, ben presto, il suo apporto si rivela fondamentale. «Era un periodo d’oro, un vero e proprio boom per gli scooter e modelli come il Peugeot Metropolis, il Pgo Comet o lo Scatto Piaggio rappresentavano uno status symbol per i ragazzi di allora. Il sogno personale, però, rimaneva quello di creare un’attività tutta mia e puntare al mercato delle motociclette».

Il salto da dipendente a capitano d’impresa arriva sul finire dei Novanta, con i marchi Mbk, Peugeot e Benelli. «Siamo partiti in tre, io, mia moglie Simona, alla quale devo tantissimo, e un fidato meccanico. Innovativa era la filosofia che proponevamo: nella nostra struttura si poteva trovare un’ampia offerta per soddisfare completamente le diverse esigenze». La svolta ulteriore arriva grazie a Triumph e, di lì a poco, a una nuova sede a Silvi Marina (Teramo). «Uno spazio elegante e dal grande impatto visivo, dove sorgeva lo stabilimento della Milea di Franco Cilli».

È nel 2004 che Gabriele Faieta e Yamaha finalmente s’incontrano dando il via a un sodalizio vincente, che prosegue ancora oggi con successo. L’escalation è rapidissima: nel 2006 l’apertura della filiale a Giulianova (Teramo), a Chieti nel 2007, nel 2008 l’headquarter di Pescara, su via Nazionale Adriatica Nord, poi Lanciano (Chieti) e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), infine lo sbarco nella capitale, con Roma San Giovanni e Tiburtina. Un evento in grande stile per ogni inaugurazione, alla presenza dei dirigenti della casa nipponica, del pubblico delle grandi occasioni e di madrine d’eccezione come Anna Falchi, Martina Colombari, Elisabetta Canalis, Samantha De Grenet…

Il presente e il futuro di Faieta Motor Company

«Attualmente – riassume Faieta – contiamo 6 punti vendita e 33 figure impiegate. Per il brand giapponese siamo, in termini di volumi, il primo rivenditore in Italia e il terzo in Europa. La collaborazione con un player fortissimo ci permette di garantire un valore aggiunto nei servizi che presentiamo: dall’officina al magazzino ricambi, dall’abbigliamento di settore all’assistenza postvendita. In più ci da’ la possibilità di seguire dei progetti speciali, come nel caso delle forniture delle moto d’acqua prima alla polizia tunisina e, recentemente, a quella italiana, con 80 mezzi allestiti e consegnati alle varie squadre nautiche sparse lungo lo Stivale. Tornando al core business, arrivano i primi segnali positivi: Yamaha ha investito in prodotti nuovi, completi dal punto di vista delle performance e dell’estetica; i margini tornano a essere pieni e, elemento essenziale, i dati d’acquisto sono in deciso aumento.

Per questo, non vogliamo fermarci, ma essere sempre più competitivi. Ho in mente di trasformare il quartier generale di Faieta Motor Company in qualcosa di unico. Già un po’ di tempo fa abbiamo diversificato con la divisione “marine”, i fuoribordo e i gommoni Yamaha, le barche da diporto Capelli e Jeanneau, e i quadricicli, con le minicar Aixam, Minauto e Chatenet. Ora puntiamo a ulteriori plus, come il noleggio a medio e lungo termine, sia moto che auto, e ad accrescere il reparto assicurativo, attraverso polizze vantaggiose per le due e le quattro ruote. In ultimo, vogliamo introdurre nello showroom anche un bar, uno spazio per un ristoro veloce, e un corner dedicato alla moda, puntando sul gusto e la conoscenza della mia consorte Simona, già titolare del fashion store Dive. L’obiettivo è essere, sempre più, un punto di riferimento per appassionati e non». Insomma, non resta che accendere i motori e partire per questo nuovo viaggio!

 

Qui abbiamo discusso a alcune informazioni importanti da tenere a mente, così come è possibile trovare delle opzioni per l’acquisto di farmaci. Ci sono anticonvulsivanti. Il medicamento è anche usato negli adulti per il terapia del dolore neuropatico causato da herpes zoster. Kamagra è la medicina ideale per aiutare gli uomini a mantenere l’erezione. Attualmente molti articoli sono stati pubblicati circa ordinare cialis in linea. Ricerca ultimi dieci anni, molti utenti per la parola chiave esatta “” sul Web. Molte aziende lo descrivono come “”. Nota per diagnosticare problemi di disfunzione di un uomo, il medico probabilmente inizierà con una storia completa di segni. Per ridurre al minimo il rischio di effetti collaterali sgradito di Kamagra evitare l’uso di altri farmaci senza prima parlare con il personale sanitario. Ottenere un aiuto professionale se si dispone di uno alcuno di questi segni di una reazione allergica al generico. Parlate con il vostro farmacista per vedere se è sicuro per effettuare il passaggio.