GRUPPO INGENIOUS PERSONE STRATEGIE E SVILUPPO CON VALORE

di Francesco Paolucci

Base a Mosciano Sant’Angelo (Teramo) e attenzione costante all’acquisizione, gestione e sviluppo di interessanti realtà aziendali. Differenziando il business, portando avanti un metodo e una filosofia identitaria che ha dietro la mente e l’operatività di un giovane e determinato imprenditore. Affiancato da una squadra talentuosa.

DA ATTIVITÀ DI INFORMATICA A GRUPPO CON UN SOLIDO FATTURATO IN MENO DI 10 ANNI

Ernano Scalzone, classe 1991, è socio e amministratore unico di Gruppo Ingenious, aggregato di società che presto si trasformerà in una holding. Parlando con Scalzone negli uffici della nuova sede, quello che colpisce è la calma, la chiarezza e la lucida visione nelle sue parole che fluiscono come un fiume lento, ma deciso. Non è figlio di imprenditori, è un “self-made man” con molta passione. Sin da piccolo si è sempre trovato a suo agio nel mondo professionale: «Ho cominciato presto a frequentare, come osservatore, i luoghi di lavoro. A nove anni mi piaceva passare il tempo in fabbrica. A quattordici, nel periodo estivo, andavo a lavorare come fabbro e il sabato e la domenica facevo il cameriere. Poi la passione per l’informatica. Ho avuto un’infanzia produttiva – sorride -. Mi divertivo più in fabbrica, ascoltando i discorsi degli adulti, piuttosto che giocando con i miei coetanei. Sono stato sempre affascinato dal costruire qualcosa, dalle responsabilità, dal raggiungimento degli obiettivi». Ha trentadue anni Ernano Scalzone e, in poco tempo, ha creato intorno a sé un team giovane e talentuoso. Lungimiranza, pragmatismo e spirito di iniziativa sono le caratteristiche che accomunano l’amministratore e i suoi collaboratori. Ciascuno lavora nella propria business unit di riferimento con la costante volontà di dare il massimo per un unico scopo finale: lo sviluppo continuativo dell’impresa. Ma come si fa a trasformare, in meno di dieci anni, l’attività di un piccolo negozio di informatica dedicato alla riparazione di smartphone e dispositivi tecnologici in un Gruppo con un fatturato consolidato di quaranta milioni di euro? «La mia predilezione per la tecnologia e i dispositivi elettronici è il motore che ha permesso la nascita di questa start up, sempre al passo con i tempi. Dopo aver fondato, nel 2014, Informatica Service, dedicata alle riparazioni di hardware e software, nel 2015 amplio il portfolio di servizi ai clienti, inauguro diversi negozi sul territorio provinciale e inizio la collaborazione con i primi dipendenti. Nel 2016 il primo passo importante, che mi permette di entrare nel grande business delle telecomunicazioni, cominciando a lavorare per la Spa Circet. L’anno seguente capisco, grazie a un aumento consistente del volume d’affari, che è il momento giusto per differenziare e fondo Informatica Tlc srl, business unit che tutt’oggi opera esclusivamente nel settore delle telecomunicazioni per i maggiori player di mercato. Finalmente, nel 2019, nasce Gruppo Ingenious. Il momento giusto per dare una forma a tutte le realtà in essere e, così, diventa matura l’idea di creare un player in grado di contenere tutti i business avviati, di inquadrarlo con un naming forte capace di comunicare tutta la determinazione, la visione presente e futura.

EDILON E LA MISERICORDIA, PRIMI PASSI PER DIVERSIFICARE

Poi nel 2020 al Gruppo si aggiunge un’altra unità, Edilon. Prende corpo la volontà di offrire un servizio completo al cliente finale dell’edilizia, con la formula del general contractor che gestisce ogni fase, dalla progettazione alla consegna “chiavi in mano”». Ancora non termina il racconto di Scalzone e le parole dell’amministratore proseguono, come un fiume in divenire, a tracciare un solco e a scendere a valle fino al 2021, l’anno in cui il Gruppo si affaccia su un nuovo settore, delicato e rilevante. Viene acquisita, consolidata e sviluppata la società di servizi funebri “La Misericordia” e, nello stesso anno, portate a termine le acquisizioni di due onoranze funebri situate nel territorio di San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), Adria e Acof. Il ceo, proseguendo nel racconto, sottolinea spesso che c’è più lato umano che imprenditoriale in tutto questo cammino ed è ben dichiarato nel pay off “Persone. Strategie. Sviluppo.” che accompagna tutta la comunicazione. «Investire nelle risorse umane è una delle priorità. Come sono giovane io, lo sono i dipendenti. Crediamo, dunque, nella formazione per costruire, giorno dopo giorno, basi solide per andare in mare aperto. Apprendiamo anche perché siamo in continua espansione.

NUOVE SEDI E NUOVE ACQUISIZIONI: LA CRESCITA CONTINUA DEL GRUPPO

Nel 2023 abbiamo inaugurato la nuova sede di una delle nostre onoranze funebri a Corropoli (Teramo) ed è stato acquistato il terreno che sarà la sede della casa funeraria, punto di riferimento per il territorio di Porto d’Ascoli e San Benedetto del Tronto. A giugno scorso il Gruppo ha proceduto all’acquisizione di Nova Inox e Crb, società dall’esperienza pluridecennale, tra le prime in Italia nel campo della distribuzione di elettrodomestici. Di lì a poco, anche un’altra importante realtà del settore, Tre Elle, è confluita in Ingenious. Da questa estate, inoltre, la nascita di BeAround Adv, business unit specializzata nella comunicazione online e offline, ci ha aperto una nuova strada nel marketing. BeAround Adv, infatti, non solo offre i suoi servizi alle divisioni operative del Gruppo, ma sta pian piano accrescendo il suo portfolio clienti all’esterno, rivolgendosi ai diversi stakeholder». Il 2023 si è chiuso per il Gruppo con la realizzazione del nuovo quartiere generale nella zona industriale di Mosciano Sant’Angelo (Teramo), cuore pulsante del tessuto economico della provincia. Sede moderna pensata per il benessere di chi ci lavora. La volontà di Scalzone è consolidare ciò che il Gruppo è diventato, dopo aver spinto negli ultimi dieci anni sull’acceleratore, trasformare la struttura in una holding e proseguire su percorso di acquisizioni funzionali.

I VALORI ALLA BASE DI UNA CRESCITA SOLIDA

Nel 2024, infatti, è in previsione un ulteriore ampliamento in altri comparti. «Tutto questo è possibile grazie a valori che porto avanti – sottolinea Ernano Scalzone, che è anche marito e padre di due bambine -. In famiglia, come in ufficio, il rispetto e la fiducia sono fondamentali per costruire un rapporto solido e duraturo nel tempo. Non sono figlio d’arte, ma la mia provenienza e le più disparate esperienze mi hanno insegnato tanto. Trascorrere tempo con persone più mature di me, mi ha fatto capire che bisogna essere come delle spugne: assorbire il più possibile dalle diverse situazioni, essere curiosi. Difficoltà e problemi li ho incontrati e, in qualche modo, sono stati degli insegnamenti. Quello che faccio lo svolgo con slancio e responsabilità, in un gioco preso molto seriamente». Danno fiducia le parole del giovane amministratore del Gruppo Ingenious. Emergono una forte voglia, grandi capacità di lettura dei contesti e anche coraggio nel prendere decisioni strategiche. Scalzone, diplomato perito meccanico, dopo la frequentazione del corso di laurea in Scienze dell’investigazione, durante il quale ha, contestualmente, aperto un’agenzia investigativa che ha gestito per un paio anni, si ritrova oggi a guidare un Gruppo con oltre centocinquanta dipendenti, diverse sedi logistiche e operative, pronto a ingrandirsi ulteriormente. «Bisogna pensare a lunga gittata e fare scelte con la consapevolezza che al centro di queste molto spesso si trovano gli individui. Questo è il nostro mood. Si mettono persone con valori solidi a gestire divisioni operative. Un metodo comune di gestione spalmato su ogni divisione.

L’IMPORTANZA DI SAPER DELEGARE

Il successo del Gruppo è arrivato perché ho sempre delegato e mi sono circondato di prime linee capaci. Credo che, in un contesto lavorativo, ci sia bisogno prima che di collaboratori formati dal punto di vista tecnico, di persone delle quali ci si possa fidare, perché ogni giorno si incontrano difficoltà e nuove sfide e un’azienda cresce quando trasforma una nuova difficoltà in soluzione, in stimoli e progetti. Quando hai attorno le persone giuste, allora puoi sviluppare un programma, poi si mette in atto per perseguire il risultato. Non mi sento di dire che siamo arrivati, dobbiamo ancora crescere e lo facciamo con il nostro metodo e con il nostro ritmo. Si viene presto la mattina, si fa riunione con sé stessi, si parla con tutti, si guardano un po’ i numeri e comincia la giornata». L’amministratore di Gruppo Ingenious, per tenersi al passo con i tempi e pronto a fronteggiare i mercati in continua evoluzione, sceglie giovani di talento dotati di spirito d’iniziativa e capacità di adattamento, capaci di mettersi in gioco con propositività: «Ingenious rappresenta l’opportunità per tutti i giovani dotati di brillante intelletto, motivazione e forza; una rivincita per chi ha voglia di riscattarsi da esperienze lavorative poco fortunate e incarna la possibilità di sbagliare per crescere, la volontà di evolvere grazie al confronto.

“LESS IS MORE” CONTRADDISTINGUE IL MODO DI OPERARE DI GRUPPO INGENIOUS

“Essenziale” è la parola che mi contraddistingue. Togliere tutto ciò che è superfluo e inutilmente laborioso. È con questo approccio che siamo riusciti ad arrivare a buoni risultati. Ad oggi posso dire che La Misericordia è il centro servizi funebri più importante del Centro Italia, occupandosi di più diecimila cerimonie l’anno. In questo settore, poi, abbiamo già pianificato altre operazioni. Inoltre, l’acquisizione di Nova Inox ci ha dato grandi soddisfazioni. Abbiamo acquisito e allargato gli spazi di immagazzinamento e stiamo pianificando la crescita del business in Italia e all’estero, registrando negli ultimi mesi del 2023 un più venti per cento rispetto allo scorso anno. In tutto quello che facciamo, però, siamo molto concreti, seppur visionari. Credo sia fondamentale l’ascolto di sé stessi e degli altri, la fedeltà ai propri valori attorno ai quali muovere tutte le relazioni e le attività».

Per leggere la versione integrale dell’articolo di Cover Story passa in edicola e acquista Abruzzo Magazine.