LE SNEAKERS “ABRUZZESI” MAISON GIULIANI

di Evelina Frisa

Philippe e Lorenzo Giuliani, padre e figlio originari della provincia di Pescara, hanno dato vita a questo brand che parte da Parigi e unisce comfort, eleganza, lusso e made in Italy. Preorder fino a febbraio su Kickstarter. Otto modelli di scarpe da uomo con i nomi L’Aquila, Chieti, Pescara e Teramo.  

CON LE SNEAKERS MAISON GIULIANI L’ABRUZZO AI PIEDI

La storia che vi raccontiamo è caratterizzata da salde radici e da un legame che supera distanze e confini. Il protagonista è Philippe Giuliani, imprenditore che opera nel settore delle calzature. Nato e cresciuto in Francia, ma – come è facile intuire dal cognome – ha origini italiane, di Elice, in provincia di Pescara, per essere precisi. L’Abruzzo è quindi una terra che da sempre frequenta, che conosce e che ama profondamente. Così, dopo aver per oltre 20 anni rappresentato in Francia un grande Gruppo italiano del settore moda, nel 2001 ha creato una azienda, la Luxmod (parola che unisce lusso e moda), impegnata nella creazione dell’immagine del cliente o nel farla evolvere. Durante la pandemia, però, in sinergia con suo figlio Lorenzo, ha deciso di creare un nuovo brand: Maison Giuliani, brevettato già nel 2016 e sviluppato durante il Covid con la creazione delle prime sneakers da uomo. Quattro i modelli attualmente prodotti e immessi sul mercato. Philippe Giuliani ha le idee chiare: le sue creazioni devono parlare dell’Abruzzo e per farlo i riferimenti sono tanti a partire dal logo di Maison Giuliani, con una “M” e una “G” intrecciati che richiamano il profilo della montagna (il Gran Sasso). L’intreccio è un concetto ricorrente e lo troviamo anche nel ricamo che caratterizza le calzature che loro disegnano. Ci sono tre colori che si alternano: il bianco, delle montagne; il verde delle colline e il blu del mare. Le tonalità dello stemma della Regione Abruzzo. Non è finita qui. Le scarpe al momento prodotte hanno nomi inconfondibili: i modelli si chiamano come le quattro province abruzzesi. Sulla piattaforma Kickstarter, al momento unico strumento per preordinare queste scarpe, per ora ci sono due modelli acquistabili: Pescara e Teramo, a breve L’Aquila e Chieti. Le scarpe sono prodotte da una azienda di Castelnuovo Vomano, in provincia di Teramo.

PHILIPPE E LORENZO GIULIANI, PADRE E FIGLIO CON ORIGINI ABRUZZESI

Intervistiamo Philippe Giuliani online, con una videochiamata che ha consentito di poter conoscere meglio lui e suo figlio, e di vedere gli spazi del loro showroom nella periferia parigina. Questa è la loro prima intervista per una testata italiana. È una persona sorridente e piacevole, preparata, attenta. Così suo figlio Lorenzo, solo 21 anni, ma già un curriculum importante sia dal punto di vista formativo sia di esperienze in aziende legate al settore: ha studiato moda e frequenta un master biennale in una scuola di commercio, segue un corso di management e marketing nel settore del lusso e ha lavorato come stagista per J.M. Weston, prestigioso marchio di scarpe di lusso, durante i suoi primi anni di studi universitari. Philippe Giuliani nonostante l’esperienza ultradecennale, prima di dare vita a questo progetto si è rimesso sui libri, ha conseguito un master in Direzione aziendale presso l’Escp (prestigiosa scuola di commercio francese tra le top tre a livello mondiale) e ha realizzato una tesi sul lancio del suo marchio di sneakers di lusso. Insieme, sono ora determinati a continuare a esplorare gli orizzonti del mondo del lusso, mettendo in pratica le loro conoscenze e competenze per creare prodotti ed esperienze uniche. «In Francia il Made in Italy significa qualità. Io – spiega Philippe Giuliani – sono per metà italiano e ho voluto creare qualcosa che fosse legato alla terra d’origine di mio padre. La famiglia di mia nonna paterna è una d’Annunzio, cognome molto noto in Abruzzo. Mia moglie è abruzzese di origine, la sua famiglia è del piccolo paese aquilano Rocca di Cambio. Vengo minimo due volte l’anno d’estate a Montesilvano (Pescara) per il mare e l’inverno in montagna nel paese dei miei suoceri.  Lorenzo ogni anno viene col nonno a ottobre per la raccolta delle olive a Elice (Pescara) per fare l’olio di famiglia, dato che abbiamo ancora dei terreni lì. Tutto questo spiega il nostro legame con questa splendida regione».

SULLA PIATTAFORMA KICKSTARTER IL PREORDER DI MAISON GIULIANI

«Per ora abbiamo iniziato con le scarpe da uomo, ma a breve introdurremo anche borse e cinte puntando a un mercato ampio: Italia, Francia, Europa, Nord America (Stati Uniti e Canada). Con la piattaforma Kickstarter per preordinare evitiamo molto magazzino e siamo in linea con le esigenze dei clienti più giovani che, sempre più, amano questa modalità di acquisto, maggiormente sostenibile. Abbiamo il nostro sito web, Instagram, YouTube e Facebook come Maison Giuliani, ma per ora sono vetrine. L’intenzione è rendere il sito una piattaforma e-commerce. Le nostre sneaker sono destinate a durare nel tempo, non facciamo modelli ogni 3 o 4 mesi, sono sempre disponibili. Pescara e Teramo – spiega Philippe Giuliani – sono modelli sia casual sia eleganti; Teramo ha una suola originale creata appositamente con un suolificio marchigiano che non esiste sul mercato; il modello L’Aquila è più sportivo, Chieti più discreto (senza segno distintivo), entrambi con una pelle diversa, non è in vitello come gli altri, ma in cervo con nervature naturali. I colori disponibili sono bianco e nero, perché il mercato all’80% chiede questi due colori». I video che sono stati postati su YouTube mostrano l’altissima qualità della produzione, oltre che la bellezza del design delle scarpe.

PRESTO NUOVI PRODOTTI “SLOW FASHION” E LO SHOWROOM PARIGINO

La campagna per l’acquisto è stata aperta il 12 dicembre e terminerà l’8 febbraio 2024. Kickstarter è in italiano, francese e inglese e per i primi venti che acquistano viene offerta una scontistica del 35%. «Siamo orgogliosi di selezionare con cura i materiali più pregiati per le nostre sneaker. I materiali vengono acquistati localmente, nel raggio di 500 chilometri, per sostenere l’economia locale e garantire un rigoroso controllo di qualità. La pelle che utilizziamo proviene da rinomate concerie italiane in Toscana, Veneto, e nelle Marche, nel rispetto di rigorosi standard ambientali. Crediamo nella “slow fashion“, movimento che privilegia la sostenibilità, l’etica e l’eccellenza. Per noi il lusso non è solo apparenza e questione di look, ma anche il modo in cui i nostri prodotti vengono creati e il loro impatto sull’ambiente. Ogni paio di sneakers Maison Giuliani è realizzato con amore e cura dei dettagli senza pari. Nel processo di produzione privilegiamo i metodi artigianali, prestando particolare attenzione a ogni fase del processo. Quando si sceglie Maison Giuliani, si opta per una moda responsabile. A breve, dalla periferia ci trasferiremo a Parigi con il nostro showroom – conclude Philippe Giuliani -. Stiamo studiando altri prodotti, puntiamo ad avere una rete di distribuzione… Insomma, stiamo facendo passi importanti per far crescere il nostro marchio e portare l’Abruzzo ovunque nel mondo!».